Il RE n. 2021/442 del 11/03/2021 estende, al 30/06/2021, il sistema di autorizzazione preventiva all’esportazione/riesportazione di vaccini contro i coronavirus, specie SARS-CoV e delle sostanze attive finalizzate alla loro fabbricazione.
Sull’argomento è intervenuta la Dir. Gen. ADM, chiarendo, con Det. Dir. Prot. n. 109510/RU del 14/04/2021, agli artt. 5 e 6, che l’autorizzazione, nella quale si deve indicare il numero delle dosi oggetto dell’operazione doganale, deve essere presentata all’atto della dichiarazione per l’esportazione o, al massimo, al momento dello svincolo della merce.
L’autorizzazione, citata al campo 44 del DAU, deve essere allegata alla stessa e può riguardare un’unica spedizione di più partite, destinate verso un unico Paese terzo e svincolate da un unico ufficio doganale di esportazione.
In mancanza di un’autorizzazione valida, l’operazione di esportazione è vietata.
I criteri in base ai quale rilasciare, o meno, l’autorizzazione sono definiti dall’art. 2 del RE n. 2021/521 del 24/03/2021.
Il RE n. 442/2021, inoltre, in materia di compilazione del DAU, al campo 33, impone di indicare i codici addizionali TARIC previsti per ogni società produttrice di vaccini.